Il barcone della strage dei 700 migranti trasportato alla Biennale di Venezia

Per smuovere le coscienze e ricordare le tragedie del mare arriva alla Biennale di Venezia il barcone che trasportava i 700 migranti morti nel naufragio del  18 aprile 2015 nel Canale di Sicilia.

Il barcone della strage dei 700 migranti trasportato alla Biennale di Venezia

Il barcone è stato recuperato nel giugno 2016 a 350 metri di profondità per consentire il riconoscimento delle centinaia di salme rimaste intrappolate dentro allo scafo.

La motonave “Angelo B.” ha impiegato tre giorni per trasportare il peschereccio libico - simbolo delle morti in mare - dalla Sicilia al porto commerciale di Venezia.

Da qui Nautilus lo ha trasportato - con il Pontone SEC Uno spinto dal rimorchiatore Torello - transitando di fronte a Piazza San Marco, fino al bacino dell’Arsenale.

L’artista svizzero Christoph Büchel, ideatore del progetto, ha ribattezzato il relitto “Barca Nostra”.

Nautilus Srl | P.IVA 02924640275 
Via Moranzani, 42/b | 30176 Venezia Malcontenta (Italy)
Tel. +39 041 698523 | Fax +39 041 5470225 | info@nautilusvenezia.it | nautilusvenezia@pec.it

Esegui ricerca